policy

Carmela Cariulo

Performer

Carmela Cariulo vince nel 1990, un’audizione con Reginal Poitier ed entra a far parte del Cast “TERSICORE THEATRE”. Con lo spettacolo “Il Frutto della Vita”, debutta in una prima nazionale al Festival della Valle d´Itria, una delle rassegne liriche in campo nazionale.
Vince il concorso “Teatro Petruzzelli” come migliore interprete. Ha un ruolo da protagonista nello spettacolo “Progetto Magna Grecia” per la stagione di Balletto e Musical organizzato dal comune di Taranto. Collabora con il Teatro dell’Impegno di Conversano e debutta a Pozzuoli nell’Anfiteatro Flaiano con “Medilonia”, interpretando il ruolo di Medea. Nel 1995, è ospite in Iraq, al Festival di Babilonia, uno dei piú importanti eventi teatrali del mondo arabo, dove riceve l’ambito riconoscimento come migliore attrice della rassegna.
Nel suo percorso di formazione incontra maestri come Maurizio Scaparro e Massim Ranieri. Partecipa a numerose trasmissioni televisive sulle reti Rai, quali: “Uno Mattina”, “Domenica In”, “Fantastico”, “Cent´anni Insieme” con Gino Landi. Presenta ”La Festa dell’ Estate” accanto a Pippo Baudo.
Si forma con maestri di fama internazionale e mette a punto una tecnica coreutica mista, frutto di una intelligente commistione, tra diversi stili di danza contemporanea (Nikolais-Bausch-Graham).

RAPPORTI CON ENTI ED ISTITUZIONI SCOLASTICHE

Nel 1995 collabora con il Ministero della Pubblica Istruzione e i “Beati Costruttori di Pace di Sarajevo” nell´ambito del progetto “Educazione alla Pace”, rivolto a tutti gli studenti di Parma. Per quattro anni svolge un´intensa attività didattica di Teatro-Danza a gruppi di Avviamento Professionale, presso l´Accademia “Tersicore” di Brindisi. Svolge numerosi laboratori nelle scuole di Istruzione Secondaria Superiore. Significativa l´esperienza condivisa con gli alunni del Liceo Classico “A. Calamo”di Ostuni che porta alla conquista di uno dei premi piú ambiti del “Praga Festival”: il premio della critica 1996. La giuria, presieduta dalla solista del Teatro dell’Opera di Praga, Roberta Meschieri Pospisilova, ha cosi motivato il premio: “la commissione giudicante ha vissuto per quindici minuti delle fortissime emozioni, come se un pezzo del Salento, con tutta la sua ricchezza culturale, fosse entrato prepotentemente nei nostri Teatri Cechi”.
Nel 2006 lo spettacolo “Il Mare in Tasca” dell’Istituto commerciale “Jean Monnet”, con le coreografie curate da Carmela Cariulo, viene invitato alla Rassegna Marinando in Ostuni su segnalazione del Ministero delle Politiche Agricole.

Contact: